Home News Associazione Grazie a lui ho ripreso una vita da “persona”

Grazie a lui ho ripreso una vita da “persona”

Grazie a lui ho ripreso una vita da “persona”
0
0

Lettera dedicata all’ANT:

Anche se a distanza di un anno e mezzo vorrei farvi avere i miei più sentiti ringraziamenti per l’opera svolta dai vostri operatori nella ricorrenza della morte di mio marito.

Siamo rimasti io e i miei due figli, di cui uno disabile.

Vorrei raccontarvi la mia esperienza in questo periodo nel quale sono stata supportata dalla presenza costante della figura dello psicologo che forse spesso viene messa a latere dalle figure più legate alla cura del nostro caro.

Per me in tutti questi mesi invece è stata la figura più vicina, sia per i consigli riguardo al mio atteggiamento verso i miei figli sia a livello personale:

mi sono trovata sola ad affrontare questo terribile momento e a non poter parlare di mio marito e dei miri problemi con nessuno pur avendo avuto tante amicizie in passato.

Il percorso è stato lungo, ho avuto molti problemi di salute che attualmente si stanno attenuando che non mi hanno aiutata a modificare anche se gradualmente la mia vita, a prendere atto dell’accaduto e a organizzarmi, ma il suo sostegno e le sue parole hanno sempre colpito nel segno e mi hanno fatto riflettere.

Ho partecipato al gruppo di sostegno tenutosi nella vostra sede e ho conosciuto altre persone che hanno perso una persona amata.

Con loro si è stabilito un rapporto di amicizia (uscite a cena, condivisione dei momenti di difficoltà e di momenti belli e abbiamo formato un gruppo whatsapp attraverso il quale manteniamo i rapporti mattina e sera, anche inviandoci solo saluti).

Anche questo percorso è stato sostenuto dallo psicologo.

Ora gradualmente abbiamo cominciato a diradare i nostri incontri e forse ci saluteremo preso, ma so di aver avuto vicino una persona speciale che mi ha accettata per questo che sono e mi ha aperto degli spiragli e spronato a riprendere una vita da “persona” anche senza la presenza e il sostegno di mio marito.

Ho voluto scrivere queste poche righe per far sapere la mia esperienza e ringraziare coloro che l’hanno resa possibile.

Fonte Associazione Nazionale Tumori

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *