Home News Attualità Dalla Regione 20.000 euro per la vedova di Idy Diene

Dalla Regione 20.000 euro per la vedova di Idy Diene

Dalla Regione 20.000 euro per la vedova di Idy Diene
0
0

Fonte Firenze wow

Dalla Regione 20.000 euro per la vedova di Idy Diene. Bene ne siam contenti, un segno di civiltà. Ma abbiamo delle domande da porre. Dopo la grande manifestazione contro tutti i razzismi siam felici che il presidente Enrico Rossi e l’assessore alla presidenza, Vittorio Bugli, al termine dell’evento, a cui entrambi hanno partecipato ieri pomeriggio a Firenze, abbiamo preso questa decisione ma pensiamo che non sia corretto limitare a “è un pazzo” o “è un razzista” la gestione della figura dell’assassino.

Su questo tema va indagato perchè alla follia certe volte si arriva per disperazione, per solitudine, per il  sentirsi abbandonati. Questa non è la difesa di Roberto Pirrone, che è indifendibile come lo sono tutti coloro che si permettono di togliere dal mondo una vita, ma un minimo tentativo di analisi su come poteva essere evitata questa tragedia.

Un uomo di 65 anni  con debiti che decide di uccidersi dimostra di sentirsi “solo” nella sua mente. A chi potrebbe rivolgersi una persona che non vede via di uscita, che trova la vita talmente pesante da non sopportare più di viverla, ormai priva di sogni e rincorso dai creditori?

Forse nella nostra società manca “l’ascolto”? Si paga anche quello, va “prenotato” se pubblico e non è mai al momento del bisogno… Un tempo c’era il “prete”, figura che non poteva risolvere ma era comunque una forma di sfogo.

Pirrone aveva un debito di 30.000 euro, denaro che  per qualcuno non è niente per altri fragili come lui fanno la differenza tra la vita e la morte. Un uomo tranquillo, un ex tipografo in pensione, perchè la sua vita gli era diventata insopportabile?

Un buon insegnante non lascia mai indietro nessuno e se c’è un allievo rimasto indietro non lo “bacchetta” ma gli va incontro per capire come poterlo aiutare. Forse lo Stato dovrebbe guardare meglio meglio ai suoi “alunni”, non seguire solo quelli apparentemente “diversi” ma guardare  ai  bisogni di tutti. Non sempre i più grandi sono quelli che stanno meglio, che possono farcela.
Pirrone è rimasto solo e come accade a chi si sente abbandonato, ha deciso di scappare dalla sua gabbia ormai insopportabile.

A Ndeye Rokhaya Mbengue, moglie di Idy Diene, nel dicembre scorso era stata concessa la cittadinanza italiana per meriti speciali. Una donna  che a Firenze ha visto morire per mano di due assassini sia il primo che il secondo marito. Samb Modou, infatti, era  uno dei due senegalesi uccisi in Piazza Dalmazia nel dicembre 2011. Quante riflessioni metafisiche si potrebbero fare…

Ora a lei la Regione da questo contributo di solidarietà. E noi speriamo che non si parli più di razzismo ma di incapacità di ascolto dei bisogni di quella parte di popolazione che nata negli anni del boom economico si aspettava molto dalla società in cui è vissuta, società che ad un certo punto ha smesso di ascoltare e ha guardato altrove senza neanche rendersene conto.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.