Home News Dal Mondo Secondo il quotidiano The Economist, per una donna che vuole lavorare il posto migliore è l’Islanda

Secondo il quotidiano The Economist, per una donna che vuole lavorare il posto migliore è l’Islanda

Secondo il quotidiano The Economist, per una donna che vuole lavorare il posto migliore è l’Islanda
0
0

Basterà analizzare il grafico presente, già diffuso con enfasi l’8 Marzo, ma ora confermato dai dati pubblicati da alcuni stati. Incrociando alcuni dati basilari sul rapprto tra mondo lavorativo (comprese le tutele garantite alle madri) e dil mondo femminile, è stata stilata una classifica così presentata a livello stampa ..To provide a benchmark for progress on gender equality in the labour market, The Economist has published its fifth annual “glass-ceiling index”. It combines data on higher education, workforce participation, pay, child-care costs, maternity and paternity rights, business-school applications and representation in senior jobs into a single measure of where women have the best—and worst—chances of equal treatment in the workplace..

Con lo sguardo anche io ho visto chi c’è al primo posto, chi all’ultimo ed anche come siamo messi come italiane. Bene precisare che l’OECD è Organisation for Economic Co-operation and Development / Organisation for Economic Co-operation and Development e che in Islanda dal 30 Novembre 2017 il primo ministro è la signora Katrín Jakobsdóttir.

Sempre secondo l’OECD, nel 2005 il 60% delle donne lavorava a vario titolo: dieci anni dopo, questa percentuale è salita al 63%, mentre quella maschile è rimasta stabile all’80% circa.

 

Fonte https://www.economist.com

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *