Home News Musica Vengono dallo stesso quartiere romano ed entrambi hanno trionfato al Festival di Sanremo: sono Fabrizio Moro e Ultimo …

Vengono dallo stesso quartiere romano ed entrambi hanno trionfato al Festival di Sanremo: sono Fabrizio Moro e Ultimo …

Vengono dallo stesso quartiere romano ed entrambi hanno trionfato al Festival di Sanremo: sono Fabrizio Moro e Ultimo …
0
0

L’incontro tra i due cantautori? Maggio 2017, quando Ultimo viene invitato da Fabrizio ad aprire il suo concerto al Palalottomatica di Roma. Da quel momento nasce un’amicizia e una stima reciproca: da Venerdi’ il brano gira in versione remix..

.. Aspetta qui per un minuto /e stringi le mie mani fino all’infinito / che se ti guardo io non ci credo / che da domani sarà tutto cambiato / e non ci vedremo più / quando in fondo l’eternità per me sei tu ..

Dopo la vittoria di entrambi al Teatro Ariston (ovviamente in due categorie diverse), Fabrizio e Niccolò si incontrano di nuovo e decidono di rielaborare il brano L’eternità già pubblicato nell’album L’inizio e in versione riarrangiata e rimasterizzata in Parole Rumori e Anni.

Nasce in questo modo la versione 2018 di questo pezzo, ribattezzato L’eternità (il mio quartiere) in radio da Venerdì 20 Aprile.

Racconta Fabrizio Moro .. L’eternità è una parola lunga e larga e come questa non ne esistono tante, forse nessuna. Ognuno ne può dare la propria interpretazione a seconda di quello che sta vivendo. E’ una grandissima dichiarazione d’amore in tutto tondo con tutta la consapevolezza che ne deriva.. In Ultimo, rivedo me a 20 anni .. le stesse radici, la stessa rabbia, la stessa voglia di emergere… Lavorando insieme, ho avuto come la sensazione di poter trovare nuovamente un equilibrio con il mio passato..

Sottolinea subito Ultimo ..Per me poter dire di aver partecipato ad un brano di Fabrizio, cantandolo insieme è già una vittoria .. Questo pezzo rappresenta la voglia di emergere e di durare per sempre. Quello che ho voluto fare nel testo, è descrivere l’eternità in ‘fotografie’. Tutte quelle piccole cose che poi vanno a formare la vita..

Ringrazio Daniela Turchetti per la collaborazione; la foto che ritrae i due in studio, è di Lorenzo Piermattei.  Fabrizio Moro ha poi anche raccontato … Quando posso vengo sempre qui. Nel quartiere dove sono cresciuto, dove ho giocato e dove ho conosciuto i miei amici.Qui porto spesso Libero mio figlio… perché voglio che lui sappia da dove arrivo. Spero che queste mie radici diventino le sue per non dimenticare chi siamo e da dove veniamo. 

 

 

Fonte Musicalnews

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.