Home News Musica La giovane cantautrice fiorentina Chiara White vince il Premio Zonta 2018 per la Canzone d’Autrice: la vedremo al Lilith Festival

La giovane cantautrice fiorentina Chiara White vince il Premio Zonta 2018 per la Canzone d’Autrice: la vedremo al Lilith Festival

La giovane cantautrice fiorentina Chiara White vince il Premio Zonta 2018 per la Canzone d’Autrice: la vedremo al Lilith Festival
0
0

Nella 2017 registra al Plastic Sun Studio di Guido Melis il suo primo album, dal titolo Biancoinascoltato, uscito il 15 Dicembre 2017 per l’etichetta Suburban Sky – Audioglobe.

Le donne ce le suonano e la dimostrazione l’abbiamo da questo risultato: Chiara Cavallina in arte Chiara White è una giovane fiorentina dalla vita dinamica e talvolta avventurosa… musicista e scienziata!

Di giorno fa la geologa e ricercatrice; di notte Chiara White è cantautrice e artista a tutto tondo, da sempre alla ricerca di progetti artistici a cui dare vita. Spesso in viaggio per il mondo, è proprio di questa (doppia) vita che si nutre la sua scrittura.

Il suo disco Biancoinascoltato è una parola, anzi due, legate indissolubilmente, grazie a un’intuizione respirata nell’aria di Praga, forse bisbigliate all’orecchio dallo stesso Genius Loci della città. É la purezza, l’essenza, la bellezza, il “silenzioso manto che vorrei bianco” (Praga), che l’artista scorge dietro il velo dell’apparenza e tenta di portare alla luce, dargli forma, e farnedono a chiunque lo voglia ricevere.

La scrittura di Chiara White è quasi sempre spontanea, di getto, ispirata dall’alto o scavata nell’intimo… che poi in fondo è la stessa cosa. Attraverso testi poetici ed evocativi, melodie intense e una costante ricerca vocale, Chiara riscrive il suo vissuto, per andare oltre e portare con sé chiunque voglia seguirla nel suo viaggio.

Ed il viaggio è appunto uno dei temi centrali dell’album, uno dei fili con cui Penny tesse la sua tela. Ci sono viaggi orizzontali, nello spazio (Praga, Sönghellir), ma anche viaggi verticali, nell’intimo e nei ricordi (Quando rivedrai il mare, Chiedimi ancora). A fare da cornice:Itaca, in apertura, in cui il viaggio è fuga da sestessi e dalle proprie radici(“non hai solo strade da camminare […] e ricordi da macinare col sale, hai anche mani da toccare, foglie da raccontare…”)e Nostos, a chiusura del cerchio, in cui il viaggio diventa ritorno, arricchimento e condivisione (“e tessere una vita con sei corde, portarmi le mie strade sempre addosso, racchiudere momenti anche se non vissuti ancora per dedicarli a te”).

Nel disco, preceduto dall’uscita del videoclip del singolo “Praga”, per la regia di Gianmarco D’Agostino, oltre a Chiara (voce e chitarra acustica), suonano Alessandro Alajmo alla chitarra elettrica e Giulia Nuti alla viola (già insieme anche negli Underfloor), coi quali Chiara si esibisce dal vivo in trio già dal 2013. A completare l’organico: Guido Melis, al basso, Tommaso Giuliani (Handshake, Marasma), alla batteria e Simone Milli (Time Escape, Rick Hutton, Enrico Ruggeri) al piano e alle tastiere. Ma numerosi gli ospiti sia italiani che internazionali: la Fabrizio Berti Jug Band, Kenny White, Francesco Vella, Petru Gabriel Horvath, Marco Monelli (anche illustratore del booklet).

Chiara White, nata a Firenze, dopo gli studi classici, dei quali si sente l’eco nella scrittura, si è laureata in Studi Interculturali e in Scienze della Terra. A fianco della ricerca scientifica ed accademica Chiara porta avanti la sua ricerca personale e artistica, un “cervello che non fugge”, ma che anzi è sempre attivissimo sul territorio. Oltre ad essere cantautrice, Chiara è attrice nella compagnia di teatro Gli Stranitipi, poetessa (nel novembre del 2011 ha pubblicato Il cavaliere della solitudine con la casa editrice Albatros-Il filo), docente di canto nell’associazione fiorentina Nuove Note e organizzatrice di eventi artistico-musicali.

 

Fonte: Musicalnews

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.