Home News Cronaca Un nuovo inizio per i migrati dell’Aquarius

Un nuovo inizio per i migrati dell’Aquarius

Un nuovo inizio per i migrati dell’Aquarius
0
0

Finalmente la nave dell’Aquarius carica di persone scappate dai propri paesi è attraccata nel porto di Valencia,Spagna e hanno trovato subito ad accoglierli i volontari di Medici Senza Frontiere e Sos Mediterranee. I motivi che hanno spinto donne uomini e anche bambini a lasciare la propria terra sono davvero tristi e raccapriccianti, come la storia di un bambino, che ora ha 16 anni, il quale ha visto morire i propri genitori davanti ai suoi occhi in un incidente stradale. In seguito il bambino non avendo più i genitori è andato a vivere con la nonna alla quale era molto affezionato, disgraziatamente non ha avuto fortuna nemmeno con lei dato che gli hanno sparato davanti ai suoi occhi. Insomma, una storia che fa pensare e commuovere tante persone.

Un altro invece, è partito con lo scopo di raccontare al mondo la terribile esperienza che ha vissuto sulla sua pelle in un carcere. Stava cercando di aiutare e salvare una povera signora, ormai quasi in fin di vita, senza forse, ma prima che potesse fare qualcosa le guardie lo hanno massacrato di botte, lo stringevano al collo fino a quando non perdeva i sensi e dopo gli davano una scarica di elettrochoc, questo per un anno intero tutti i terribili giorni.

Molta gente è scappata non solo per le violenze subite, gli abusi, le torture, ma anche per proteggere i propri figli e chi aveva perso tutti i propri cari e non aveva più nessuno da cui tornare.

 

Fonte: ANSA

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.