Home News Attualità Marte, i ricercatori italiani scoprono lago sotterraneo

Marte, i ricercatori italiani scoprono lago sotterraneo

Marte, i ricercatori italiani scoprono lago sotterraneo
0
0

Gli scienziati hanno rilevato tracce di acqua in forma liquida a circa un chilometro e mezzo di profondità del Pianeta. Una squadra di ricercatori italiani ha analizzato le immagini radar MARSIS ( Mars Advanced Radar for Subsurface and Ionosphere sounding) dal 2012 al 2015 all’interno della sonda Europea Mars Express.

Una scoperta quasi tutta italiana quindi a cui hanno collaborato i ricercatori dell’Agenzia Spaziale Italiana, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, dell’Università degli Studi Roma Tre, dell’Università degli studi D’Annunzio, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e della Sapienza Università di Roma.

L’acqua è probabilmente salata: i sali agiscono da antigelo e aiutano a mantenere l’acqua allo stato liquido. Il mix di acqua, sali e rocce potrebbero far pensare a una nicchia biologica.

Già dal 1976, con la sonda Viking della NASA era evidente che Marte fosse un tempo ricoperto da mari, laghi e fiumi. Tutta l’acqua non è però sparita, ma si era già ipotizzato che buona parte di essa fosse intrappolata nelle profondità del pianeta, e che si trovasse ancora allo stato liquido.

Bacini sotterranei antichissimi come questo sono stati trovati anche in Antartide in cui la forza di gravità del ghiaccio permette all’acqua di restare liquida e contenere all’interno forme di batteri capaci di vivere a enormi pressioni e bassissime temperature, come spiega Carlo Barbante, direttore dell’Istituto per la dinamica dei processi ambientali del CNR.

Fonte: TPI

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.