Home News Musica Pistoia Blues Festival: i The watch aprono le porte a Steve Hackett

Pistoia Blues Festival: i The watch aprono le porte a Steve Hackett

Pistoia Blues Festival: i The watch aprono le porte a Steve Hackett
0
0

Prima che salisse finalmente sul palco il main artist della serata, Steve Hackett e, dopo le presentazioni di altre due band, i Predarubia e La Fabbrica Dell’Assoluto, ecco che alle 20 circa di sabato 14 luglio, compaiono i The Watch.

Il loro rock progressivo proviene direttamente dagli anni ’70, anche se loro si sono formati nel 1997, la band, capitanata dal frontman, Simone Rossetti, è di origine milanese, e supportata dall’approvazione del pubblico più fine e direttamente dalle parole di Steve Hackett “The Watch is a band of very talented people and I very recommend them”.

Presentano il loro nuovo album in anteprima, Seven, che contiene una collaborazione con lo stesso Steve Hackett, ex chitarrista dei Genesis, nel brano The Hermit.

Permettere ai The Watch di suonare prima dell’inizio del concerto è stato per loro sicuramente un grande onore, sono la band, tra le altre, che più si avvicina allo stile sonoro dei Genesis, e hanno introdotto gli spettatori nella atmosfera anni ’70, attraverso strumenti diversi, tra cui un flauto che, mixato alla tastiera suonata a mo di organo e la chitarra acustica forte e chiara, hanno reso un servizio ottimo e una presenza indispensabile. Per coloro che attendevano ormai con ansia, Hackett, cultori del genere e amanti del progressive rock tipico di quegli anni, i The Watch hanno rappresentato un piacevole interludio prima dell’arrivo del loro vero eroe.

Fonte: Wikipedia

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.