Home le eccellenze di "ma che bontà" Le eccellenze di Ma che Bontà – Chef’s Idea

Le eccellenze di Ma che Bontà – Chef’s Idea

Le eccellenze di Ma che Bontà – Chef’s Idea
0
0

Nuovo appuntamento con la rubrica “Le eccellenze di Ma che Bontà”. Oggi conosceremo lo Chef Federico Frosali, che ci racconterà il suo progetto, diventato in pochi anni una bellissima realtà, tramite il quale è riuscito a coniugare qualità e innovazione a metterle a disposizione di tutti. Stiamo parlando di Chef’s Idea: ditta nata appunto, come dice il nome, dall’idea dello Chef Federico, che dopo anni di esperienza ha deciso di mettere la creatività al centro del suo lavoro.

 

Che cos’è quindi Chef’s Idea? “E’ un’attività – ci ha raccontato Federico – nata nel 2016 dalla voglia che avevo di sentirmi libero di interpretare il lavoro in base alle idee e al punto di vista creativo. Creatività che riguarda non solo i piatti da cucinare ma anche il percorso dell’azienda stessa. Inizialmente infatti gestivo un ristorante, poi un laboratorio e infine il progetto dello chef a domicilio. Quest’ultima è l’attuale attività principale di Chef’s Idea: si tratta di cucinare a domicilio per privati o strutture che hanno una cucina ma non un ristorante interno, come ad esempio alcune cantine. L’attività si occupa inoltre di redigere e verificare i piani di autocontrollo per ristoranti, negozi di alimentari e piccole attività che lo necessitano. Forniamo anche consulenze nel campo della ristorazione, sia per quanto riguarda le tecnologie e le attrezzature, sia per quanto riguarda la formazione del personale e l’organizzazione di servizi e di start up”.

Federico gestisce da solo l’attività ma, come ha sottolineato, il sostegno della famiglia è molto importante per lui ed è parte integrante del successo che sta ottenendo: “Il contributo della mia famiglia e di mia moglie è fondamentale. Mi aiuta quando ho bisogno di una mano e mi sostiene a causa dei miei orari, è vitale il suo appoggio. Comunque ultimamente sto ampliando i miei orizzonti e stanno iniziando alcune collaborazioni fisse; siamo aperti a far allargare ancora la nostra famiglia”.

Altro settore dell’attività di Federico è l’organizzazione di alcuni corsi di cucina, come lui stesso ci ha spiegato: “Svolgiamo alcuni corsi di cucina ma in questo momento, anche a causa del Covid, abbiamo sospeso i corsi organizzati in autonomia. Personalmente, comunque, tengo dei corsi per delle agenzie, che mi contattano all’occorrenza per svolgere queste cooking classes. Quando potremo, in base alla richiesta, l’idea è quella di riaprire i nostri corsi di cucina. Sono dedicati anche a chi non vuole fare il cuoco di professione, ma è un appassionato e vuole dilettarsi e apprendere nuove tecniche”.

Tornando all’attività principale, ovvero quella dello chef a domicilio, ci siamo fatti illustrare da Federico i metodi di fruizione di questo servizio: “Le esperienze si possono organizzare in tanti modi accordandosi con il cliente sul menù e sugli altri dettagli. Non ci sono dei costi ben definiti, perché in gran parte dipendono dal posto in cui devo andare; se il luogo è vicino il prezzo sarà praticamente paritario a quello di una cena fuori al ristorante, se è particolarmente distante si aggiunge il costo dello spostamento. Una volta stabiliti il prezzo e il menù, mi occupo di tutto io: dalla spesa all’allestimento della tavola, compresa l’apparecchiatura, fino alla pulizia dopo cena. Così facendo per il cliente sarà come essere andati a cena fuori, ma in un ambiente privato, a proprio agio, con la massima privacy. Spesso questo servizio viene richiesto per delle cene di lavoro dove può essere necessario parlare, in privato, di interessi e questioni private”.

Un modo di lavorare, quello di Federico Frosali, che sicuramente porta diverse soddisfazioni, come lui stesso ha ammesso: “Mi fa davvero piacere quando i clienti mi chiamano nuovamente dopo aver sperimentato l’esperienza: è la soddisfazione più grande”. Alla nostra richiesta di specificare un ricordo particolare di questa attività, lo Chef ci ha raccontato un evento tenutosi all’estero: “Ricordo un pranzo organizzato in Svizzera, fu una bellissima esperienza durante la quale mi fu lasciata totale libertà di espressione. In queste condizioni si sente la fiducia e quando le cose vanno bene è una grande soddisfazione. Essere lontani da casa e avere questa libertà è stata davvero una forte esperienza”.

Dopo aver capito che Chef’s Idea non ha confini e opera anche all’estero, abbiamo voluto fare un passo indietro nel tempo per capire quale sia stato il percorso di Federico. “Cucinare – ci ha raccontato – mi è sempre piaciuto. In famiglia la mia mamma ha sempre cucinato, così come la mia nonna, che vedevo sempre tirare la pasta fresca e preparare il ragù della domenica. Posso dire di essere stato sempre una buona forchetta”. Crescendo, Federico ha maturato sempre più la passione per la cucina, anche se ‘gettarsi’ in quel mondo non è stato semplice: “Non era una scelta facile, perché fare lo Chef in quegli anni non andava di moda come oggi, periodo nel quale questa figura è spesso celebre. Dopo il diploma ho trascorso una stagione lavorando nel settore turistico e, dopo aver provato vari impieghi, ho capito quale fosse la mia vera passione e ho deciso di dedicarmi alla cucina. Così ho iniziato un periodo di formazione per svolgere questo lavoro nel modo corretto e per colmare il gap di professionalità tramite dei corsi appositi. Ho affinato le mie abilità e ampliato le mie conoscenze”.

Parlando di sogni e guardando al futuro, Federico ci ha portato ad una riflessione profonda e interessante: la felicità si basa sì sugli obiettivi e sui progetti, ma anche sull’apprezzare ciò che si sta facendo e sul capire il valore di fare qualcosa che si ama. “Se dovessi parlare di un sogno – ha ammesso – direi che mi piacerebbe tanto avere un ristorante tutto mio, con l’obiettivo di portarlo ad alti livelli. Però vedere la mia attuale attività che cresce e dà soddisfazione mi riempie di gioia. Quindi mi piace rimanere con i piedi per terra e augurarmi che tutto continui ad andare come sta facendo ora, portandomi tanta tranquillità e tante soddisfazioni”.

Chef’s Idea, come avrete potuto capire in queste righe, è un’attività che tocca tanti lati del mondo della ristorazione; tra questi anche il lato produttivo: “Abbiamo un laboratorio che è tuttora in funzione. Creiamo prodotti, anche se in questo momento lavoriamo su commissione per varie aziende. Avere un proprio marchio comporta un grosso lavoro di commercializzazione e per il momento ci occupiamo di sviluppare prodotti che si possano cucire addosso al cliente, che a sua volta li commercializza. Chi si appoggia a noi in questo ha un valore aggiunto: è molto bello per un’attività avere dei prodotti che sono professionali e fatti da un cuoco”.

In questa intervista abbiamo avuto nuovamente il piacere di parlare con lo Chef Federico Frosali, amico di Teleregione già da diverso tempo. Una volta in più abbiamo potuto tastare la gentilezza, la professionalità e la ‘pulizia’ di pensiero che contraddistinguono Federico e che lo portano ad offrire un servizio sempre cordiale, di qualità ed organizzato. A breve sarà disponibile il nuovo sito online di Chef’s Idea, intanto è possibile contattare Federico ai seguenti indirizzi: FB – Chef’s Idea; federico@chefsidea.it; 3472978967.

Credit: Ph. Francesco Di Tella

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.