I migliori esercizi contro i dolori articolari: la guida

Succede spesso di sentire seccanti dolori alle articolazioni, specialmente in inverno. Ma oggi vedremo come con dei semplicissimi esercizi ve ne libererete in men che non si dica. Torniamo al clima, difatti i primi freddi e il clima umido originano, quasi sempre, seccanti dolori alle articolazioni. Ginocchia indolenzite ma anche mani, polsi e avambracci che provocano dolore.

Di solito non è nulla di grave e tali dolori possono essere causati, soprattutto, da due fattori: una insufficiente mobilità e l’umidità climatica che non è amichevolecon le ossa. Tanti di noi vanno a correre o anche vanno in palestra con regolarità per allenarsi ma danno poca attenzione alle articolazioni che, all’opposto, sono molto importanti.

Oltre ad allenarci per rimanere in forma e per accrescere una bella muscolatura tonica, dovremmo destinare qualche attenzione anche alle nostre articolazioni assoggettate a continui sforzi.

I migliori esercizi contro i dolori articolari: la guida

Se trascuriamo le nostre articolazioni, a lungo andare, tale cosa potrebbe portare ad accrescere problemi parecchio seri. Articolazioni con insufficiente mobilità bloccano tutta una serie di movimenti e, di conseguenza, delimitano la nostra giornaliera. Per di più se non vengono preparate convenientemente si indeboliscono e originano dolori.

Per dire addio ai dolori articolari saranno sufficienti pochi e semplici esercizi che può farechiunque, anche in ufficio. Per esempio, i dolori agli avambracci non sono gravi ma ovviamente sono parecchio fastidiosi e possono essere limitanti nei movimenti anche sul lavoro. Per rimuoverli e fare in modo che non ricapitino, fate ad ogni giorno tali semplicissimi esercizi.

Il primo esercizio potremmo rinominarlo: pugno contro pugno. Unite le mani chiuse a pugno e poi fatele ruotare bene 10 volte verso l’esterno e 10 volte verso l’interno. Rifate tutto per tre volte. Il secondo esercizio è affine ma tale volta le mani devono essere unite come se stesse pregando. Da tale posizione esegui 10 rotazioni in direzione dell’esterno e altre 10 rotazioni verso l’interno. Ripetete per tre volte.

Il terzo e ultimo esercizio è un misto dei due scorsi. Cominciate dalle mani unite in posizione di preghiera e falle ruotare fino a creare il pugno. Anche tale volta ruotate 10 volte verso l’esterno e 10 volte verso l’interno e rifate tutto per tre volte. Parliamo difatti di esercizi facili ma realmente tanto efficaci per ripristinare la giustamotilità dei polsi e delle mani e impedire dolori fastidiosi con conseguenti infortuni.

La cosa bella è questi tre esercizi sono semplici e anche tanto veloci da fare. Qualunque persona può farli, anche le persone anziane e li si può fare in qualunque momento. Si possono perfino eseguirli mentre si è in ufficio seduto alla scrivania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *